Log in
updated 6:26 PM CEST, Oct 17, 2019

Template articles

Organigramma

ORGANIGRAMMA DELLA SOCIETA’ 2016/2019

Anno di fondazione:         1971

Colori sociali:                     Bianco - rosso

Sede sociale:                      Via dello Stadio, 3/B – c/o Campo Scuola – 51100 Pistoia

Telefono e Fax sede:       0573.34761 (ore 15,00 – 19,00) Segreteria: 335.261308

Consiglio direttivo:

Presidente Onorario:                            Frosetti Floriano

Presidente:                                          Franco Ballati

Vice Presidente:                                   Antonio Iadanza – Piera Ducceschi – Silvia Forlani

Segretario                                            Enzo Alderighi

Direttore Generale                                Guido Amerini

Direttore Sportivo                                 Luca Buonomini

Consiglieri:                                           Renzo Agostini, Bruno Chionardi, Valentina Dami, Andrea Danti, Roberto Falcini, Luca Innocenti, Mara Lo Sanno, Emiliano Lotti, Leonardo Magrini, Patrizia Pettinari, Antonio Sasso, Michele Scannadinari, Gina Tondi, Adelaide Turchi.

             Invitati permanenti                               Valentina Corsini, Elettra Del Sei, Samuel Gargini, Elisa Menicucci,                                                                                       Pierluigi Gallo, Agatino Sapienza                  

             Collegio Probiviri                                  Giovannetti Alessandro, Santoni Giorgio.

Direttore Campo Scuola                       Antonio Iadanza.

            Revisori dei Conti                                 Silvano Calistri, Massimo Meoni, Lucia Pecchi, 

                                                                          Alessandro Pedroni, Francesca Zucconi,.                                                                     

Le nostre sezioni di attività:

Atletica Giovanile, Atletica Master, Attività Fisica Adattata, Basket, Ciclismo, Ginnastica per Adulti e Anziani, Pallavolo, Podismo.

  • Scritto da Antonio Esse.
  • Categoria: Template articles
  • Visite: 24337

La storia

L'Associazione Sportiva Culturale Silvano Fedi nasce ufficialmente nel 1971 dall'idea di un gruppo di atleti pistoiesi (fra cui alcuni di alto livello fra i quali Mario Maccioni allora Campione e primatista Italiano di Lancio del Peso), ai quali piaceva l'idea di far praticare l'Atletica Leggera a tutti con la stessa considerazione e opportunità. Il suo primo Presidente è stato Francesco Toni, Sindaco di Pistoia di allora. 
 
E' per questa idea di sport per "Tutti" e a tutti i livelli che ben presto la nostra Società ha smesso di occuparsi soltanto di questa disciplina, facendo nascere o dando l'opportunità di far nascere altre sezioni, diventando prima polisportiva e poi trasformandosi in Associazione Sportiva Culturale con l'intento di dare a tutti i cittadini l'opportunità di trovarsi/costruirsi il proprio spazio. 
 
Infatti sono nate sia altre sezioni sportive dedicate alla canoa, al ciclismo, al podismo, al pattinaggio, al basket, alla ginnastica formativa sia per bambini che per adulti e terza età e danza, sia culturali come pittura e decorazione e fumetti, restando disponibili ad aprirsi a tutte le idee/proposte o opportunità che ci possono venire prospettate. 
 
Nel 1975 nasce la Pistoia-Abetone.
Nel 1985 nasce la sezione di S.Marcello.
Nel 1998 avviene la fusione con il CRAL Breda (per i settori del Ciclismo e Podismo). 
 
Attualmente sono attive le sezioni di Atletica Leggera per il Settore Giovanile ed Assoluto Femminile, di Podismo, di Ciclismo e di Canoa a Pistoia, mentre a S.Marcello sono presenti le sezioni di Pattinaggio e Basket. 
 
La Società collabora attivamente con il Comune di Pistoia attraverso attività istituzionali come i Centri Comunali di Attività Ludico-Motoria per Ragazzi e quelli per Adulti e Terza Età, Centri estivi per Ragazzi oppure con iniziative estemporanee come la creazione dei tre Percorsi Attrezzati sul territorio comunale noti come "Percorsi sotto il sole e sotto le stelle". 
 
Strettissima anche la collaborazione con La Provincia di Pistoia, i Comuni di Pistoia, San Marcello, Piteglio, Cutigliano e Abetone, l'A.P.T. di Pistoia e con la Comunità Montana attraverso la partecipazione alle principali manifestazioni podistiche nazionali ed internazionali con stand congiunti volti a promuovere l'immagine di Pistoia, del suo comprensorio e della Pistoia-Abetone. 

Le agevolazioni fiscali

LE AGEVOLAZIONI FISCALI INDIVIDUALI E DI SOCIETA’

A FAVORE DELL’ATTIVITA’ SPORTIVA DILETTANTISTICA

LE AGEVOLAZIONI PER CHI SOSTIENE LE ASSOCIAZIONI

Il legislatore fiscale ha pensato anche ad una forma di sostegno indiretto delle associazioni che promuovono la pratica sportiva.

Ha previsto, infatti, agevolazioni fiscali, sotto forma di detrazioni d’imposta o deduzioni dal reddito, per i contribuenti che effettuano erogazioni liberali alle associazioni sportive dilettantistiche.

LA DETRAZIONE IRPEF PER ISCRIZIONE E ABBONAMENTO ALLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE

Al fine di sostenere e incentivare la pratica sportiva dilettantistica, la legge finanziaria per il 2007 ha introdotto la possibilità di detrarre dall’Irpef una parte delle spese sostenute per l’iscrizione e l’abbonamento dei ragazzi e dei giovani di età compresa tra i 5 e i 18 anni ad associazioni sportive, palestre, piscine e altre strutture che promuovono lo sport dilettantistico.

La detrazione è pari al 19% delle somme pagate a partire dall’anno 2007 e va calcolata su un importo massimo di 210 euro l’anno.

Con il decreto del Ministro per le politiche giovanili e le attività sportive, di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze 28 marzo 2007, sono state definite le regole per usufruire dell’agevolazione fiscale. Anzitutto, sono state individuate le associazioni e le strutture sportive che promuovono la pratica sportiva dilettantistica.

In particolare, si tratta:

delle società e associazioni sportive dilettantistiche (indicate dall’articolo 90, commi 17 e seguenti della legge 27 dicembre 2002, n. 289) che nella propria denominazione sociale indicano la finalità sportiva e la ragione o denominazione sociale dilettantistica;

delle palestre, delle piscine e delle altre strutture e impianti sportivi destinati alla pratica sportiva dilettantistica, comunque organizzati, che esercitano pratica sportiva non professionale, agonistica e non agonistica. Si comprendono anche gli impianti polisportivi gestiti da soggetti giuridici, pubblici o privati, diversi dalle società ed associazioni sportive. In sostanza, la detrazione è ammessa anche nel caso di iscrizione a impianti sportivi di soggetti giuridici privati, quali imprenditori singoli, società di persone, società di capitali.

Il decreto, inoltre, indica le modalità di pagamento e i requisiti che deve possedere la certificazione della spesa.

Per fruire della detrazione la spesa deve essere certificata da bollettino bancario o postale, da fattura,

ricevuta o quietanza di pagamento, da cui devono risultare i seguenti elementi:

i dati della ditta, denominazione o ragione sociale e sede legale, ovvero, se persona fisica, nome cognome e residenza, nonché il codice fiscale;

la causale del pagamento;

l’attività sportiva esercitata;

l’importo pagato per la prestazione resa;

i dati anagrafici del praticante l’attività sportiva e codice fiscale della persona che effettua il pagamento. Si ricorda che si potrà fruire per la prima volta della nuova detrazione Irpef nella dichiarazione dei redditi che le persone fisiche presenteranno nel 2008 (per tutte le spese sostenute nell’anno 2007).

Le ricevute e le certificazioni dei pagamenti effettuati non vanno allegati alla dichiarazione ma conservati ed esibiti su richiesta dell’Agenzia delle Entrate.AGEVOLA

LE EROGAZIONI LIBERALI EFFETTUATE DA PERSONE FISICHE

Le erogazioni liberali in denaro effettuate da persone fisiche in favore delle Associazioni Sportivedilettantistiche danno diritto ad una detrazione dall’Irpef del 19 per cento. La detrazione, che va fatta valere in sede di presentazione della dichiarazione dei redditi (modello 730, modello UNICO), va calcolata su un importo complessivo non superiore a 1.500 euro per ogni periodo d’imposta. Qualunque sia la somma erogata, per fruire dell’agevolazione il versamento deve essere eseguito tramite banca, posta, carte di credito, bancomat, carte prepagate, assegni bancari e circolari non trasferibili intestati all’associazione destinataria. La documentazione comprovante l’effettuazione delle erogazioni liberali non va allegata alla dichiarazione dei redditi, ma conservata dal contribuente ed esibita, se richiesta, agli uffici competenti dell’Agenzia delle Entrate.

L’agevolazione spetta anche quando l’erogazione è effettuata in favore di società sportive dilettantistiche

costituite in società di capitali senza fine di lucro:

inoltre, i contribuenti possono decidere, in sede di presentazione della dichiarazione dei redditi, di destinare alle

associazioni sportive dilettantistiche il 5 per mille dell’IRPEF dovuta.

LE EROGAZIONI DELLE SOCIETÀ ED ENTI

L’erogazione effettuata da società ed enti a favore delle associazioni sportive dilettantistiche è interamente deducibile fino all’importo di 200.000 euro l’anno. La somma corrisposta è infatti considerata, per chi la eroga, una spesa di pubblicità e, come tale, deducibile nello stesso periodo d’imposta in cui è stata sostenuta o in quote costanti nell’esercizio di sostenimento della spesa e nei quattro successivi. Inoltre, la stessa detrazione prevista per le persone fisiche (19 per cento su un importo massimo di 1.500 euro per periodo d’imposta) può essere fruita anche dalle società e dagli enti commerciali e non. Riguardo alle modalità di versamento valgono le stesse regole previste per le persone fisiche (banca, posta, carte di credito).

Il Tempo

-1°C

Pistoia

Clear

Humidity: 57%

Wind: 9.66 km/h

  • 03 Jan 2019 8°C -2°C
  • 04 Jan 2019 6°C -3°C